La Sacra Infermeria diventa un museo virtuale

Presso il Mediterranean Conference Center, aprirà il 20 luglio il museo virtuale “Re-living the Sacra Infermeria” e sarà visitabile dalle 9 alle 17 dal lunedì alla domenica. L’ingresso sarà gratuito da questa data fino al 1° agosto per incentivare un maggior turismo a Valletta.

Il museo virtuale utilizza un sistema all’avanguardia che consente agli utenti di vivere gli eventi storici in tempo reale.

I visitatori, attraverso l’uso dei loro telefoni cellulari, avranno l’opportunità di girovagare per la Sacra Infermeria e di sperimentare virtualmente le attività quotidiane che si svolgevano nel Medioevo, durante il governo dei Cavalieri di San Giovanni, quando era ancora utilizzato come ospedale.

Il museo, inoltre, coprirà gli eventi storici che si sono svolti nell’area del Grande Porto, consentendo ai visitatori di “partecipare” a scene virtuali del Grande Assedio e della Seconda Guerra Mondiale.

Ci sono 18 canali che offrono una spiegazione sull’ospedale e i suoi dintorni, tra cui ‘Panorama 360’ che tocca tutti gli edifici che circondano il porto.

Il sistema offre anche un ologramma del Gran Maestro Jean Parisot de Valette, sotto il cui dominio fu costruita Valletta.

Inoltre, nella parte superiore dell’edificio, con vista sul Porto Grande, i visitatori avranno la possibilità di fare giochi interattivi mentre simulano combattimenti medievali come lo sparo di cannoni in caserma.

Il presidente del MCC, Kenneth Spiteri, ha spiegato che l’idea di creare questo tipo di museo è nata circa cinque anni fa, quando la gente continuava a chiedere maggiori informazioni su questo storico edificio.

“Pur comprendendo l’importanza di avere questo museo, non volevamo ostacolare alcuna operazione qui, come le conferenze e il teatro”, ha detto, riferendosi all’uso della realtà virtuale.

Il segretario parlamentare Zrinzo Azzopardi ha elogiato l’uso della realtà virtuale per questo progetto che fornisce un nuovo modo di celebrare la ricchezza patrimoniale di Malta.

Il Primo Ministro Abela ha affermato che “Un museo è un ponte tra il passato e il presente ed è un’esperienza educativa straordinaria per i nostri figli”.

Accedi per visualizzare questo contenuto
Devi essere un agente certificato per visualizzare questo contenuto