I migliori 8 musei di Malta

Avendo al suo attivo 7000 anni di storia e un ruolo molto strategico in innumerevoli conflitti mondiali, la ricca cultura di Malta è davvero unica. Heritage Malta, l’Ente nazionale dei beni culturali, offre un’ampia selezione di musei, che vanno dall’arte antica alla guerra moderna.

Ecco la classifica degli otto migliori musei di Malta:

1. MUZA Museo Nazionale delle Belle Arti, Valletta

Situato nell’Auberge d’Italie,  il MUŻA ha una collezione che copre dal Rinascimento alle epoche contemporanee. Il museo presenta opere di artisti di Malta e di altri paesi europei, e offre agli astri nascenti opportunità uniche di esporre le loro opere. Installazioni multimediali e interattive si trovano accanto a pezzi centenari, fornendo suggestivi spunti di riflessione. In loco è presente anche un ristorante.

2. Museo Nazionale di Archeologia, Valletta

I popoli neolitici che hanno abitato Malta e la vicina Gozo hanno lasciato una ricca collezione di manufatti e i templi che hanno costruito sono le più antiche strutture autoportanti del mondo e sito UNESCO. Il Museo Nazionale di Archeologia (National Museum of Archaeology)  ha una splendida collezione di questi manufatti, che vanno da figure femminili scolpite a ceramiche a strumenti di pietra. La collezione va dal 5200 a.C., quando gli uomini arrivarono per la prima volta a Malta, al 2500 a.C. Una visita a questo museo completa perfettamente la visita di uno degli stupefacenti siti neolitici di Malta, come i templi di Ħaġar Qim e Mnajdra o l’Ipogeo di Ħal Saflieni.

3. Palazzo dell’Inquisitore, Vittoriosa

L’Inquisizione è un capitolo oscuro della storia, e ha gettato la sua ombra anche su Malta. Il Palazzo dell’Inquisitore (The Inquisitor’s Palace) è situato a Vittoriosa (Birgu), di fronte al Porto Grande di Valletta, ed è stato operativo dal 1574 al 1798. Oggi conserva stanze e reliquie di quel periodo, tra cui le aule di tribunale e le celle della prigione. C’è anche un museo etnografico in loco che si concentra sul ruolo dell’Inquisizione nella società maltese e della religione nella formazione dell’identità culturale maltese. L’edificio stesso è significativo in quanto documenta secoli di aggiunte e ristrutturazioni, così come i cambiamenti nello stile architettonico.

4. Casa Rocca Piccola, Valletta

Casa Rocca Piccola, un museo privato, è il palazzo di una famiglia nobile maltese di lunga data che ci vive ancora oggi. Dodici stanze del palazzo del XVI secolo sono aperte al pubblico, tra cui sale da pranzo, camere da letto e saloni  pieni di oggetti d’antiquariato che sembrano davvero adatti ad una famiglia reale. La casa ha anche dei tunnel scavati nella roccia sotto La Valletta e usati anche come rifugi antiatomici durante i raid aerei della seconda guerra mondiale. E’ presente anche uno splendido giardino interno, una oasi verde sorprendente nel cuore della capitale.

5. Armeria del Palazzo, Valletta

Parte del Palazzo del Gran Maestro, l’Armeria del Palazzo (The Palace Armoury) ha una  ricca collezione di armamenti. La maggior parte della collezione ricorda le glorie dei Cavalieri di Malta, ma diverse stanze sono dedicate alle armature islamiche e ottomane. Inoltre, la collezione si trova nell’armeria originale dei Cavalieri, il che la rende ancora più unica. Gli appassionati della storia militare, e non solo, saranno deliziati dalla visita dell’Armenia!

6. Museo Nazionale della Guerra, Valletta

Risale al periodo neolitico. La storia militare di Malta è davvero lunga. Il Museo Nazionale della Guerra (National War Museum) si trova presso il Forte St. Elmo e presenta una collezione dettagliata di artefatti e cimeli militari, che vanno dalle armi neolitiche agli aerei da combattimento della seconda guerra mondiale. Protagonisti sono senza dubbio i cimeli del periodo dei Cavalieri di Malta e del Grande Assedio del 1565, quando Fort St. Elmo cadde agli Ottomani. Questo museo è molto popolare tra gli appassionati di storia e non.

7. Museo Postale di Malta, Valletta

Uno dei più recenti musei di Malta, il Museo Postale (Malta Postal Museum) celebra 500 anni di storia postale dell’arcipelago. Quello che potrebbe sembrare un argomento arido, qui è gestito ad arte, con esposizioni e manufatti che raccontano sia la storia maltese che il ruolo che l’ufficio postale ha giocato in essa. Le vecchie fotografie, i documenti storici e gli oggetti interessanti relativi al servizio postale hanno un fascino universale. C’è anche un eccellente negozio di souvenir che vende cancelleria, regali e, indovinate un po’, francobolli.

8. Museo Malta in Guerra, Vittoriosa

Durante la seconda guerra mondiale, Malta faceva parte del Regno Unito. Strategicamente importante in quanto base militare nel Mediterraneo meridionale, lo divenne ancora di più quando la guerra si estese al Nord Africa. Per più di due anni all’inizio del 1940, l’isola fu bombardata senza sosta dai tedeschi e dagli italiani in quello che divenne noto come l’Assedio di Malta. Più di 30.000 edifici furono distrutti o danneggiati e almeno 1.300 civili furono uccisi. Il  Museo Malta in Guerra (Malta at War Museum) commemora questo periodo della storia, con un focus sulla vita quotidiana dei civili, la sofferenza e la resilienza durante l’assedio. Visitabili anche i bunker sottostanti.

 

La lista dei musei di Malta e Gozo ovviamente non finisce qui.

Per consultare tutta la lista dei musei visita il sito di Heritage Malta.

Accedi per visualizzare questo contenuto
Devi essere un agente certificato per visualizzare questo contenuto