Malta: l’isola della gentilezza e dell’eleganza

Malta è nota a tutti come l’Isola dei Cavalieri, coloro che sin dalle origini adottarono un rigido codice di condotta e si ispiravano ad un ideale di vita basato sui principi di etica, coraggio, professionalità, ma anche gentilezza dando vita anche ad una vasta letteratura celebrativa che ne cantò le gesta.

Uno dei più celebri autori di manuali sulle buone maniere, Monsignor Della Casa, scrisse ‘Non ci si deve limitare a far le cose buone, ma occorre sforzarsi a farle anche belle’. Su questo principio, Valletta, città fondata da un Gran Maestro, con la sua eleganza e bellezza indiscussa, è di certo un punto di riferimento.

Qui oggi ancora si respira un’aria signorile grazie alle vie costellate da splendidi palazzi storici, alcuni dei quali trasformati in raffinati boutique hotel che con la cura dei dettagli che li contraddistinguono e l’altissima qualità dei servizi offerti, garantiscono una sistemazione di pregio al turista più esigente, ma anche al board di un evento esclusivo.

Valletta, è oggi un bilanciato mix di antico e moderno, dove la contemporaneità concede al visitatore la possibilità di ammirare straordinari interventi architettonici, di godere di un’accoglienza esperta e di gustare un’offerta gastronomica ricercata e di classe grazie ai ristoranti Michelin presenti nella capitale che arricchiscono le varie possibilità di organizzare una cena aziendale o una cerimonia particolare.

La capitale è anche il punto ideale di partenza per esplorare il resto dell’arcipelago alla ricerca delle esperienze più esclusive ed autentiche, un servizio di accoglienza in grado di offrire proposte tailor made in un contesto mediterraneo che gode di un clima piacevole tutto l’anno.

Una gentilezza ricercata in tutto l’arcipelago maltese, non solo in ciò che viene mostrato dalle architetture ma anche nel comportamento dei locali ed in particolare dei fornitori, che in qualsiasi contesto saranno in grado di soddisfare le esigenze dei vostri clienti. 

L’autenticità è la chiave di lettura.

 

Focus sulla storia

I Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni Battista, noti anche come Ospitalieri, arrivarono a Malta nel 1530, diventando i Cavalieri di Malta e portando con loro i propri valori che comprendevano la difesa dei più deboli, la lealtà verso il proprio signore, il valore fisico e certamente anche l’integrità morale. Questi valori ancora oggi caratterizzano le azioni dell’Ordine conosciuto e diffuso in tutto il mondo per le proprie opere.

In quel periodo a Malta furono costruiti i palazzi più sontuosi di cui le città monumentali delle isole sono ancora oggi costellati per ricordarci i fasti vissuti durante il periodo cavalleresco.

Alcune delle attrazioni più famose risalgono a quel periodo glorioso: Valletta con luoghi iconici come la Concattedrale di San Giovanni e i celebri Auberge, le Tre Città che si affacciano sul Grand Harbour di fronte alla capitale, la splendida città di Mdina,

e le numerose ville appartenute ai Gran Maestri, continuano a campeggiare nell’arcipelago ricordando quanto la storia dei Cavalieri abbia permeato questa terra. Le loro imprese sono palpabili ancora ovunque nell’arcipelago: dalle grandi ville un tempo residenza dei Gran Maestri, alle torri di avvistamento che ancora si trovano lungo la costa, fino alle preziose collezioni museali che li riguardano come quelle conservate nel Grandmaster Palace di Valletta.

Eccetto che per un breve periodo di egemonia francese, da terra dei Cavalieri, l’arcipelago passò quasi direttamente sotto l’Impero Britannico, di cui Malta entrò a far parte ufficialmente nel 1814.

 

Esperienze British

 

Il governo inglese nominò numerosi tra Conti, Baroni e Marchesi, titoli che si aggiunsero alle famiglie nobili già esistenti sin dall’epoca normanna e che già ben servirono l’ordine dei Cavalieri. Il protocollo nobiliare si radicò ancora di più tra le usanze locali. Oggi tutta questa eleganza si può rivivere con attività in puro British Style come il ricco afternoon tea che è possibile degustare nelle sale di sontuosi palazzi e sale da tè storiche come Palazzo Parisio, o visitando Casa Rocca Piccola, oggi proprietà del Barone de Piro e diventata una casa museo in cui si trovano stanze piene di mobili ed oggetti che testimoniano la quotidianità di una famiglia nobile a Malta.

La stessa Regina Elisabetta II visse a Malta tra il 1949 e il 1952 dove, sebbene senza sottostare alla rigida Royal Etiquette di corte, visse comunque circondata da nobili e membri dell’alta società con cui amava organizzare picnic nei giardini di eleganti residenze come quello di Villa Guardamangia, dove Elisabetta risiedeva e si dedicava lei stessa a piccoli lavori di giardinaggio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Accedi per visualizzare questo contenuto
Devi essere un agente certificato per visualizzare questo contenuto